Barzellette sul compleanno

Quando si organizza una festa di compleanno per gli amici, spesso bisogna preparare anche dei giochi di gruppo per intrattenere gli invitati. Un buon modo per trascorrere qualche minuto in allegria è proprio quello di raccontare delle barzellette, e noi, in questa pagina, abbiamo raccolto tutte le barzellette che parlano del compleanno e del modo in cui viene vissuto. Se ne conosci altre puoi inviarcele via e-mail per arricchire sempre di più il nostro archivio.



Un giornalista di un canale televisivo conclude la sua intervista ad un 99enne dicendo:
"Spero di poter tornare l'anno prossimo a celebrare il suo centesimo compleanno".
"Perché ne dubita?" chiede il vecchietto. "Non si sente bene?"

Un genovese telefona ad un amico per invitarlo al proprio compleanno:
- Allora, una volta giunto a casa mia, col gomito destro citofoni, con il piede sinistro apri il portone, poi giunto davanti all'ascensore premi il pulsante col gomito sinistro e apri la porta col piede destro. Per uscire dall'ascensore spingi pure la porta col sedere.
- D'accordo, risponde l'amico, ma scusa, perché devo usare gomiti, piedi e sedere?
- Non vorrai mica venire al mio compleanno a mani vuote?!?

Quanto tempo ci mette un carabiniere a scrivere BUON COMPLEANNO sulla torta?
Due ore e un minuto. Un minuto per scrivere Buon Compleanno e due ore per ripulire la macchina da scrivere!

Un signore decide di regalare alla moglie per il suo compleanno un bel reggiseno. Entra in un negozio di intimo, fa la sua richiesta e la commessa chiede:
"Che colore vuole?"
E lui lo sceglie bianco, il prezzo anche va benone, resta solo da stabilire la taglia che l'uomo non conosce. La commessa per aiutarlo prova a fare degli esempi di facile comprensione:
"Hanno la dimensione di un paio di meloni?
"No" risponde lui.
"Sono come le noci di cocco?
"No"
"Oppure come delle arance?"
"Neanche"
"Allora ci pensi un attimo e provi lei a farmi un esempio indicandomi qualcosa di simile"
Il signore ci pensa su e poi deciso esclama:
"Ha presente le orecchie di un cocker?"


Due mucche al pascolo:
- Ehi Carolina, perché ti agiti così?
- Sai, domani è il compleanno di mio figlio.
- Ah, ma perchè ti scuoti così?
- Sto preparando la panna montata...

La moglie al marito che passeggiando si volta sempre indietro per guardare le ragazze:
"Al tuo prossimo compleanno, ricordami di regalarti uno specchietto retrovisore!"

Un peccatore muore ed arriva all'inferno. Un diavolo lo accoglie alla reception e vedendolo preoccupato gli dice:
- Oggi è il mio compleanno, sono di buon umore, ho deciso di darti una scelta: puoi scegliere tra l'inferno tedesco e quello italiano.
Il peccatore gli chiede di spiegargli come sono.
E il diavolo:
- Beh, nell'inferno tedesco i dannati sono costretti a spalare letame mentre i diavoli li frustano.
- Ah... e quello italiano?
chiede il peccatore e il diavolo risponde:
- In quello italiano i dannati sono costretti a spalare letame mentre i diavoli li frustano. Io ti consiglio questo.
Il peccatore:
- Ma mi prendi in giro? Sono uguali! Perché dovrei scegliere quello italiano?
E il diavolo:
- Perché un giorno mancano le fruste, un giorno non arrivano le pale, un giorno è finito il letame...

Una mattina un uomo d'affari sta per uscire di casa, quando la moglie lo ferma e gli chiede: "Caro, ti ricordi che giorno è oggi?"
Quello, che non ha la minima idea di cosa si stia dimenticando (compleanno? matrimonio? primo figlio?) per evitare liti risponde:
"Ma certamente, tesoro, vuoi che non me ne ricordi? Ora però scappo perché ho una riunione e sono già in ritardo, vedi c'è già l'auto che mi aspetta fuori!!!"
E schizza via da casa senza attendere risposta.
A metà mattina un fioraio porta alla signora tre dozzine di rose rosse. Dopo pranzo un fattorino porta alla signora una scatola di costosissimi cioccolatini. A metà pomeriggio un altro fattorino consegna alla signora un foulard costosissimo. Alla sera il marito rientra, e la moglie corre ad abbracciarlo:
"Oh, caro, ma che tesoro!!! Ma che splendidi regali!!! Sono proprio felice!!! Ah, senti, oggi hanno imbiancato il soggiorno, stamattina volevo ricordartelo ma non mi hai neanche dato il tempo di finire la frase..."

Un uomo sta tornando a casa dal lavoro una sera, quando improvvisamente si ricorda che è il compleanno della sua bambina e che non le ha ancora comperato un regalo. Entra in un centro commerciale, si fionda nel negozio di giocattoli e chiede al direttore del negozio:
- Quanto costa quella nuova Barbie in vetrina?"
Il responsabile risponde:
- Quale delle Barbie? Abbiamo: "Barbie in palestra" da EUR 19.95, "Barbie al ballo" da EUR 19.95, "Barbie fa shopping" da EUR 19.95, "Barbie in spiaggia" da EUR 19.95, "Barbie al Night Club" da EUR 19.95 e "Barbie Divorziata" da EUR 375.00.
- Ma perché "Barbie Divorziata"' costa EUR 375.00, mentre tutte le altre costano EUR 19.95?"
- Perché "Barbie Divorziata" comprende la macchina di Ken, la casa di Ken, la barca di Ken, il cane di Ken, il gatto di Ken e i mobili di Ken..."

Una donna, scontenta della propria auto, dice al marito:
"Tesoro, il giorno del mio compleanno potresti sorprendermi con qualcosa che va da 0 a 100 in soli 4 secondi, preferibilmente blu!"
Al suo compleanno il marito si presenta con una bilancia pesapersone... naturalmente blù.
Nessuno ha più notizie di quest'uomo!


Una donna si sveglia una mattina e dice al marito:
"Tesoro, ho fatto un sogno meraviglioso, Ho sognato che per il mio compleanno mi regalavi una collana di diamanti. Cosa significa questo secondo te?"
E il marito, con un sorriso malizioso, le risponde:
"Lo scoprirai il giorno del tuo compleanno."
Finalmente arriva il giorno tanto atteso e il marito si presenta con un pacchetto in mano. La donna tutta eccitata prende il pacchetto, strappa via la carta per aprirlo rapidamente e all'interno trova un libro dal titolo: "Il significato dei sogni".

Il giorno del mio compleanno un amico mi ha mandato un biglietto molto divertente con una frase che diceva:
"Anche se il nostro corpo invecchia, la nostra mente non ha mai perso un colpo".
Volevo tanto ringraziarlo per il pensiero ma non ho potuto... ha dimenticato di firmare il biglietto.

Un giorno sono andato a fare un giro in bicicletta con la mia nipotina di otto anni, mentre pedalavo sono stato improvvisamente preso da un pensiero nostalgico e le ho detto:
"Fra 10 anni preferirai andare con gli amici a camminare, a nuotare o a pedalare, come fai con me oggi."
Lei mi ha guardato meravigliata e mi ha risposto:
"Anche se io volessi, fra 10 anni sarai troppo vecchio per fare tutte queste cose..."

Alla festa per il suo 103° compleanno chiesero ad un arzillo vecchietto se pensava di festeggiare anche l'anno successivo.
"Certo" ha risposto lui tranquillo "secondo le statistiche sono pochissime le persone che muoiono fra i 103 e i 104 anni!"

Un uomo al banco di una profumeria, chiede una bottiglia di Chanel n. 5 per il compleanno della moglie.
"Una bella sorpresa." commenta la commessa del negozio.
"Oh, lo sarà sicuramente" ribatte l'uomo "lei si aspetta una crociera fra i Fiordi Norvegesi!"

Per il centesimo compleanno del nonno ci siamo riuniti tutta la famiglia e mentre cantavamo la canzoncina di "buon compleanno" improvvisamente abbiamo visto il nonno che iniziava ad inclinarsi sulla sedia e noi tutti a urlare:
"Nonno! Nonno! Attenti al nonno!"
Così lo rimettiamo nuovamente in posizione verticale ma dopo pochi minuti la scena si ripete:
"Nonno! Nonno! Attenti al nonno!"
Tutti accorrono e lo rimettiamo ancora in posizione verticale.
Alla terza volta il povero vecchietto sbotta e dice:
"Ma nemmeno per il mio compleanno posso fare una scoreggia in santa pace?"





Barzellette dall'umorismo inglese

Ed ora una serie di barzellette e racconti, sempre sul giorno del compleanno, ma con un umorismo un po' diverso dal nostro.

Una signora chiede al commesso di fare un pacchetto regalo di una grande scatola di cioccolatini al liquore.
"Sono per la mia Betty, che domani compie due anni."
"Non mi sembrano adatti per una bambina di due anni" osserva il commesso.
"Ma Betty è un cane pechinese" ribatte secca la signora.

In un asilo la maestra disse a un gruppo di bambini di quattro anni:
"Oggi parleremo di Natale. Non di Babbo Natale e dei regali, ma del compleanno di Gesù, che è proprio a Natale."
"Oh!" gemette uno dei piccoli. "Che brutto giorno per compiere gli anni!".

Nel giorno del suo diciottesimo compleanno portai mia figlia alla Motorizzazione per fare la patente. Quando se ne andò con l'esaminatore cominciai a passeggiare nervosamente avanti e indietro. A quanto pare l'impiegata al banco si era accorta del mio andirivieni.
"Non sia così nervoso per l'esame" disse. "E' quando l'avranno promossa che potrà cominciare ad agitarsi!"

Prossima a compiere i quarant'anni, telefonai ad una amica più anziana di me per farmi consolare e le chiesi:
"E' vero che la vita comincia a quarant'anni?"
"Comincia a far che?" mi rispose.

Il mio quarantesimo compleanno si avvicinava e mio marito, di un anno più giovane, non la smetteva di tormentarmi e prendermi in giro. Cercando di capire la ragione di quel comportamento, la nostra figlia più giovane mi chiese:
"Quanti anni ha papà?"
"Trentanove" le risposi.
"E tu quanti ne compi?"
"Quaranta" dissi mogia.
"Ma mamma" esclamò "Hai vinto!"

Si avvicinava il mio cinquantesimo compleanno e così decisi di fare qualcosa di avventuroso, come ad esempio paracadutismo estremo. Dopo aver parcheggiato in un centro commerciale, notai un adesivo sul paraurti dell'auto al mio fianco. La scritta diceva:
"Vorrei provare il paracadutismo estremo".
Stavo per lasciare un messaggio sul parabrezza, per chiedere di essere contattato quando scorsi il cartoncino appeso allo specchietto retrovisore, era un permesso per il parcheggio riservato ai portatori di handicap. Allora pensai che, forse, per questo compleanno era meglio provare le discese in gommone.

Mentre era in viaggio, mia madre si rese conto di aver dimenticato un regalo per il compleanno di mio padre.
"Non importa" disse lui. "Le uniche cose che desidero da te sono amore, onore e obbedienza."
La mamma ci pensò un po', poi commentò:
"Avrei preferito darti un regalo".


Ero diventata allergica all'oro e da vari mesi facevo allusioni all'esigenza di una nuova vera nuziale. Il giorno del mio compleanno, mentre lavoravo in giardino, mio marito mi chiese di suggerirgli che regalo farmi. Io alzai le mani e dissi:
"Vedi bene che sono a mani nude.
Più tardi, quella sera, piena di entusiasmo scartai il mio regalo.
"Buon compleanno" disse mio marito mentre tiravo fuori un nuovo paio di guanti da giardinaggio.

Il presidente del consiglio di amministrazione della società finanziaria Berkshire Hathaway Inc. Warren Buffett, rifiuta il merito del successo della Compagnia che dirige. Spiega che la prosperità della ditta è soprattutto merito dei managers.
Il suo ruolo può essere illustrato bene dall'esperienza fatta dalla figlia Emily alla festa per il suo quarto compleanno. C'erano tanti bambini circondati dai genitori e parenti amorevoli e un fantasista locale chiamato Beemer il Clown. Beemer cominciò con i suoi magici trucchi e chiese a Emily se voleva aiutarlo concentrandosi e facendo dei cerchi nell'aria con una "bacchetta magica" sopra la "scatola delle meraviglie". Così fazzoletti verdi scivolarono nella scatola, Emily agitò la bacchetta e Beemer estrasse dalla scatola fazzoletti blu. E ancora vennero messi nella scatola fazzoletti sciolti e dopo un magistrale tocco i bacchetta magica da parte di Emily, Beemer estrasse dalla scatola fazzoletti annodati.
La piccola Emily, incapace di contenere il suo entusiasmo esclamò:
"Accipicchia come sono stata brava!"
E questo riassume molto bene il mio contributo personale al successo della Berkshire.

Avevo impiegato settimane e settimane per preparare una festa a sorpresa per il compleanno di mio marito Piero. Arrivato il giorno della festa un amico portò fuori Piero con la scusa di comprare una nuova barca.
Quella sera gli ospiti parcheggiarono nei pressi di casa e io li andai a prendere tutti. Eravamo rintanati in casa nell'attesa dell'arrivo di Piero quando un temporale improvviso fece saltare la corrente elettrica. Il pronto intervento arrivò subito e i tecnici stavano riparando il generatore all'esterno quando arrivarono mio marito e il suo amico.
"Stiamo cercando di sistemare tutto al più presto possibile" disse loro un tecnico, "perché tutta quella gente in casa sta festeggiando qualcuno".



Vedi anche:



Iscriviti alla Newsletter


...ricevi GRATIS le nostre ricette nella tua casella di posta.





Norme sulla privacy